it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Bello & Buono (21)    Perso & Dimenticato (3)  
Tags:    Cibo     Etica     Felicità     Prima colazione
 
Joe Domenica, 22 Settembre 2013

Una coccola speciale

Finalmente il tempo delle mele. È oramai da qualche anno che abbiamo adottato la filosofia di non comperare né per noi, né per gli ospiti di Casa, mele in letargo. E fa strano. Perché uno dei famosi biglietti da visita del “pianeta Alto Adige” è lo strudel di mele ma che dai nostri chef da qualche anno, appunto, viene sostituito con un altrettanto equilibrato strudel di albicocche.
Una coccola speciale
 
 
 
“Amo cucinare e ricevere a casa ospiti cari, amo ancor di più i profumi che sprigiono dalla cucina in speciali ore del giorno e che invadono le stuben, l’entrata di casa, perfino la piazzetta.”
Ricordo con quale maestria la Signora Costa in ogni tempo dell’anno utilizzava le mele per decorare Casa, Stuben, tavoli ... il più banale oggetto veniva semplicemente esaltato da un mucchietto di mele e in un attimo, si respirava il sapore di affetto, di Casa, di terra sudtirolese.
E oggi, al momento del loro atteso arrivo in hotel, io sussulto di gioia. “Le mele!!”
Amo cucinare e ricevere a casa ospiti cari, amo ancor di più i profumi che sprigiono dalla cucina in speciali ore del giorno e che invadono le stuben, l’entrata di casa, perfino la piazzetta. E il profumo della torta di mele in una casa rappresenta per me l’apoteosi dell’affetto.
La ricetta originale viene dalla cara e brava Paoletta di Aniceecannella, è la torta di mele affondate, alla quale ricetta non ho davvero cambiato nulla a parte la quantità esagerata di mele che (oltre a non poterla più chiamare come in origine) a mio avviso daranno al morso alla consistenza e alla vista, un non so ché di semplice e più famigliare.

Vi occorrono:
200 gr di farina
150 gr di zucchero
2 uova bio
200 ml di panna da cucina
1 bustina di lievito
4 cucchiai di olio di semi ( io uso girasole bio
1 pizzico di sale
3 mele grandi oppure 4 piccole (non abbiate paura di esagerare)

Accendete il forno a 180° - 190°. Imburrate e poi infarinate per bene uno stampo da torte di 22 cm. Scrollate la farina in eccesso e se alcune parti della tortiera non dovessero essere imburrate, completate per bene l’opera. Tagliate le mele a spicchi grossolani (o fatevi aiutare da un Vostro caro finché preparate il composto) e procedete in questo modo:
Sbattete le uova con lo zucchero finché non sono spumose, aggiungete l’olio a filo rallentando la frusta, aggiungere metà panna (100 ml), la farina e il lievito precedentemente setacciati e ora il resto della panna. Versate nello stampo e affondate le mele e non preoccupatevi se rimangono troppo visibili, se tutto è stato svolto per bene, la torta crescerà magicamente tra loro. Spolverate con zucchero, cannella e 3 fiocchi di burro. Infornare. Impiegherà dai 30 ai 40 minuti, dipende dal forno. 

Preparatela poco prima dell’arrivo dei Vostri ospiti o del ritorno a casa dei Vostri cari, il profumo che sprigiona regalerà loro ricordi ed emozioni. Organizzatevi un’alzata per torte, dei piattini di porcellana e forchettine, tovagliolini, raccogliete un rametto verde che trovate fuori da casa e adagiate tutto già pronto a tavola. E il Vostro modo di ricevere non verrà dimenticato.

Joe


 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
Michil Domenica, 16 Dicembre 2012
No. Io non ci sto
 
Il fallimento del capitalismo selvaggio -basato sempre e solo sulla ...
Leggi tutto
 
 
 
Arturo Lunedì, 27 Maggio 2013
La quinoa
 
Il mercato equo e solidale visto dallo chef.
Leggi tutto
Cibo     Etica
 
 
HB
 
Haig Barclay Sabato, 19 Gennaio 2013
Una colazione da re
 
(e l’uomo del gatto delle nevi...)
Leggi tutto
 
 
 
 

 
 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia T. +39 0471 83 10 00      Fax +39 0471 83 65 68
Privacy     Credits     Click to pay    Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing