it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Casa & La Perla (37)    Opinione & Politica (21)  
Tags:    Internet     Pensieri     Turismo
 
Michil Mercoledì, 19 Dicembre 2012

Tripadvisor. Accogliamo i nostri ospiti e lasciamo che ci giudichino

Estate 1998, Stanford, California. Brin e Page sono due studenti squattrinati accomunati da una grande passione: mettere a disposizione di tutti il Sapere del mondo. Studenti d'informatica e appassionati della Rete, sapevano che quando sarebbero riusciti a rendere fruibile l'immensa quantità di informazioni presenti sul web avrebbero “sfondato”.
All'inizio fu dura, ma loro non si arresero. Il loro progetto richiedeva ogni giorno un nuovo computer, ma quelle macchine erano sempre troppo poche e troppo deboli, i soldi non bastavano mai. I due amici, però, non persero la fiducia nella bontà del loro progetto. La svolta arrivò con l'ingresso in società di Eric Schmidt. Da buon amministratore, riuscì a far fruttare l'idea dei due soci. E oggi quei due ragazzi dallo spirito libertino sono tra le persone più ricche del pianeta.
Non sono un appassionato d'informatica, ma quando lessi la storia di Larry Page e Sergey Brin, i fondatori di Google, rimasi molto impressionato. Oggi che è il motore di ricerca più diffuso al mondo, Google ha perso buona parte della sua aura poetica, ma così va il mondo. Volens nolens, queste sono le logiche con cui dobbiamo fare i conti. I nuovi strumenti tecnologici sono studiati per farci sentire meno soli, perlomeno è quello che ci vogliono far credere. Le campagne pubblicitarie sono sempre più personalizzate, con gli smartphone si possono effettuare transazioni finanziarie dalla vetta di una montagna, presto anche l'intelligenza artificiale sarà alla portata di tutti.
Tripadvisor, per molti di noi, è ancora una frontiera inesplorata. Chi non lo conosce e non lo accetta non capisce che non è bloccando l'operatività di quel sito di recensioni di alberghi e ristoranti che potrà sfuggire al giudizio dei suoi ospiti. Chiuso quello, il giorno dopo ne nasceranno dieci, cento altri. Il sistema è sempre più diffuso e si recensisce di tutto, dai fornitori di materie prime ai concessionari d'auto. Noi ristoratori non dobbiamo temere le recensioni negative (ma difenderci da quelle false, sì). Ormai fanno parte del gioco ed è un gioco molto serio. L'utente capirà da solo se vale la pena di soggiornare in un certo albergo o di cenare nel tal ristorante. C'è, in effetti, il problema dell'anonimato, ma sono sicuro che presto sarà trovata una soluzione anche per quello. E noi dovremo adeguarci, essere competitivi, operare con onestà e proporci con sincerità ai nostri clienti. Metterci in gioco: accogliamo i nostri ospiti e lasciamo che ci giudichino. Evviva le recensioni, evviva la libertà, come direbbero Brin e Page.
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
FB
 
Franco Brevini Mercoledì, 19 Dicembre 2012
Quello che Michil Costa chiama lo "stile pornoalpino"
 
La recente costruzione sulle Alpi di una serie di avveniristici rifugi...
Leggi tutto
Architettura     Natura     Paesaggio     Turismo
 
 
 
Manuel Venerdì, 21 Settembre 2012
Valori condivisi
 
Felicità Signore e Signori. Il mio gravoso compito e quello di presentarvi i ...
Leggi tutto
Bellezza     Etica     Famiglia Costa     Pensieri     Silenzio
 
 
 
mErCh Martedì, 25 Dicembre 2012
Questi siamo noi - Questa è Casa
 
Si, lo so, questo non è il sito internet che Vi aspettate da un hotel
Leggi tutto
 
4 commenti su questo articolo
 
 
 
 

 
 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia T. +39 0471 83 10 00      Fax +39 0471 83 65 68
Privacy     Credits     Click to pay    Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing