it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Cultura & Tradizione (13)  
Tags:    Alto Adige - Südtirol     Estate     Natura
 
SS
Sonia Sbolzani Lunedì, 28 Luglio 2014

Orti sublimi

 L’orto domestico del Sudtirolo è un microcosmo nel variegato paesaggio della regione, una piccola ma importante tessera di quel mosaico prezioso che è il mondo contadino, da sempre scrigno di tradizioni e usanze secondo natura. Come ha messo in luce Michela Pasquali in “Südtiroler Paradies. Orti di montagna” (Linaria, Roma 2012), questi luoghi “graditi alla vista e buoni da mangiare” sono un elemento culturale ancora forte: al pari dei masi, dei pascoli, dei boschi, gli orti sono parte integrante di un sistema armonico che è la cifra distintiva della stessa identità locale.
Orti sublimi
 
 
 
„Da sempre l’orto è il vero e unico giardino alpino, dominio incontrastato delle donne. La sistemazione e la varietà delle piante identificano la mano, le conoscenze e le idee.“
Ricchi di varietà orticole, colorati di fiori e curati con amore dalle contadine, essi esprimono il tenace attaccamento alla terra e il profondo senso di appartenenza della popolazione rurale, testimoniando i legami materiali, affettivi, simbolici e anche estetici che si sono instaurati nei secoli tra l’uomo e il territorio.
Da sempre l’orto è il vero e unico giardino alpino, dominio incontrastato delle donne. Mi ha rivelato la stessa autrice: “L’immagine che evoca è quella di un piccolo appezzamento di terra in sintonia con il paesaggio circostante. Qui più che altrove, le contadine possono esprimere i propri gusti e preferenze, riflettendo abitudini, necessità e passioni. In qualche caso può prevalere l’aspetto istintivo, un po’ disordinato, con fiori e ortaggi mescolati fra loro, mentre in altri, quello ordinato e meticoloso con piante disposte in file regolari. La sistemazione e la varietà delle piante identificano la mano, le conoscenze e le idee. Oggi, pur rimanendo legate alle tradizioni, le donne di montagna guardano al futuro: lontane dagli stereotipi che le vedono attaccate esclusivamente al maso, offrono il loro fondamentale contributo alla valorizzazione del rapporto tra il territorio e i suoi prodotti e nella conduzione di piccole e medie aziende”.
Le piante coltivate in questi orti di montagna non sono destinate al solo impiego alimentare, ma forniscono molteplici rimedi alla base della farmacopea locale, oltre a rivestire un valore emblematico che si rivela in usanze in parte ormai dimenticate. Così, non stupisce che la denominazione dei vegetali abbia una vita propria. Si pensi al Polemonium coeruleum, chiamato Himmelsleiter, scala per il cielo, o al Diplacus glutinosus detto Tirolerglöckchen, campanellino tirolese, per la forma dei suoi fiori.
Gli orti di montagna, tutti diversi l’uno dall’altro, sono qui a dimostrarci che l’uomo, con l’impegno e il senso di responsabilità, può non solo sopravvivere, ma vivere bene nel grande mondo della natura. E’ una fortuna, dunque, che tante contadine del Sudtirolo vogliano ancora perseguire la conservazione di un patrimonio botanico ricco di saperi antichi, con l’intento di proteggere l’identità del paesaggio da un lato, e dall’altro in un’ottica di rilancio agricolo e turistico sostenibile. Per la salvaguardia di questo patrimonio culturale e naturale degli orti sono anche nati enti, scuole e musei che, attraverso la ricerca e la diffusione di informazioni, sostengono questa degna causa.

Sonia Sbolzani
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
Michil Mercoledì, 1 Febbraio 2012
Giù le mani dall'Aurino!
 
Sto seguendo con interesse i nuovi progetti di sfruttamento idroelettrico ...
Leggi tutto
 
 
 
Marco Venerdì, 7 Dicembre 2012
La Nostra terra
 
"Venite e vedrete!"
Leggi tutto
 
2 commenti su questo articolo
Dolomiti     Estate     Inverno     Natura
 
 
NF
 
Nicola Dal Falco Sabato, 25 Gennaio 2014
Scrivere nel mito
 
Scrivere di qualcosa o scrivere dentro qualcosa?
Leggi tutto
 
 
 
 

 
 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia T. +39 0471 83 10 00      Fax +39 0471 83 65 68
Privacy     Credits     Click to pay    Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing