Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Book now Request
it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Leading Bike (20)    Sport & Salute (29)  
Tags:    Ciclismo     Personalità
 
MC
Maria Canins Giovedì, 11 Settembre 2014

Lo sport, la fatica e le salite … le mie passioni.

 Vivendo in un posto di montagna, immersa in una fantastica palestra naturale, è stato facile per me appassionarmi agli sport di fatica e di resistenza. Lo sport da sempre mi regala emozioni uniche e mi permette di stare a stretto contatto con la natura. Ho iniziato la mia carriera sportiva con la corsa in montagna: era una cosa che mi affascinava molto il poter correre veloce tra le montagne e vedere un rapido susseguirsi di paesaggi.
Lo sport, la fatica e le salite … le mie passioni.
 
 
 
“Lo sport è bello per questo, puoi vincere o puoi perdere. Io ho sempre preso lo sport con molto divertimento”.
Da piccola praticavo lo sci alpino, poi più avanti mi sono appassionata allo sci da fondo grazie a Bruno, un fondista del gruppo sportivo della Polizia che sarebbe diventato poi mio marito. Lo sci da fondo mi ha fatto viaggiare, mi ha fatto conoscere Oslo in occasione dei Mondiali e Sarajevo per le preolimpiche. Molte sono state le vittorie e le soddisfazioni come i 15 titoli italiani, le dieci vittorie alla Marcialonga, l'oro alla Vasaloppet e molte altre; ma lo sport che ho amato di più in assoluto è stato la bicicletta da corsa. 
Mi sono buttata così con estrema curiosità e casualmente nel mondo della bicicletta; la bici era per me l'allenamento estivo allo sci da fondo. È uno sport che ha un certo fascino, che considero un gioco: finchè non sei al traguardo non sai mai se vincerai o meno. 
Le soddisfazioni sono arrivate presto: nel 1982 intraprendo le prime gare con la bici da corsa e partecipo ai mondiali in Inghilterra arrivando seconda. Tra i più bei ricordi ci sono i giri del Colorado, i giri della Norvegia, i Tour de France, le Olimpiadi di Los Angeles (1984) e di Seul (1988). 
Dei cinque Tour de France, due vinti e tre arrivata seconda, ho dei bellissimi ricordi; al mio primo Tour vinto mi sono trovata sul podio ai Champs Elysèes insieme al grande Hinualt. Il Tour era faticoso, ma estremamente bello e interessante: per tre settimane dovevi fare e disfare la valigia. In Francia c'era una grandissima partecipazione; noi donne gareggiavamo prima degli uomini professionisti, quindi tutti ci guardavano e ci facevano un grandissimo tifo. In tre settimane può succedere di tutto: anche se hai molti minuti di vantaggio c'è sempre una specie di tensione. L'anno dopo - la seconda vittoria al tour - è stata un'emozione altrettanto indescrivibile e questa volta mi sono trovata sul podio con LeMond. Un altro splendido momento è stata la vittoria al Mondiale a cronometro a squadre; ma lo sport è anche molto spietato e l'anno successivo ci abbiamo riprovato ma abbiamo perso l'oro per soli 20 centesimi. Poter vedere così tante realtà ti arricchisce molto nel profondo.  
Lo sport è un'esperienza di vita, ti fa conoscere tanta gente, persone che mi hanno dato tanto affetto e sostegno. 
Dopo le corse su strada mi sono appassionata al mountainbike; erano gare più tecniche e diverse rispetto a quelle con la bici da corsa. Anche con il mountainbike ho avuto delle soddisfazioni, ho vinto diverse gare e due volte i Mondiali. 
Per me allenarmi nelle Dolomiti è sempre stato un grande stimolo e non un sacrificio; mi piaceva osservare il paesaggio mutare tra una stagione e l'altra. Ho fatto molte volte le stesse salite, ma questo mi ha permesso di apprezzarne ancora di più la bellezza. Le salite, che facevo tutte fuori sella (in piedi), sono sempre stato il mio forte e mi piacciono tutt'ora moltissimo.
Oggi continuo a pedalare, cercando di coinvolgere la gente a conoscere le nostre montagne, il nostro territorio e cerco di trasmettere la  bellezza e la passione per lo sport. Non guardo più sull'orologio e lo sport è la mia medicina quotidiana per star bene.

Maria Canins
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
Mathias Mercoledì, 2 Marzo 2016
Sabato 21 maggio: il Giro d'Italia torna a Corvara
 
Il tappone dolomitico sulle strade della Maratona dles Dolomites
Leggi tutto
Ciclismo     Corvara
 
 
 
michil Venerdì, 1 Luglio 2016
Benvenuti Maratoneti!
 
Il viaggio come scoperta, il viaggio come dialogo, il viaggio come ...
Leggi tutto
 
 
CB
 
Concetta Bonaldi Martedì, 16 Luglio 2013
Mamma Maria
 
Le cose più impensabili a volte sono più facili da raggiungere di quelle ...
Leggi tutto
Ciclismo     Ladino     Pensieri     Personalità
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 Iscriviti 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia      T. +39 0471 83 10 00      
Privacy     Credits     Cookies     Click to pay     Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing