Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Book now Request
it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Casa & La Perla (79)    Cultura & Tradizione (19)    Spirito & Humour (18)  
Tags:    Alto Adige - Südtirol     Vino
 
Paolo Martedì, 12 Aprile 2016

Edi il Sarentino che apprezza il vino

Sir Eduard Peter, per gli amici Edi: di giorno operaio, di sera sommelier .
Edi il Sarentino che apprezza il vino
 
 
 
"Sai cosa dice la sarentina al marito: ho comprato una Fiat Panda 4x4. Al che l'uomo risponde: questo non è possibile! Il nostro box misura soltanto 3x3!"
Non so se quello che si dice sui sarentini, i nativi della Val Sarentina, sia vero. Però che siano dei bei tipi questo è poco ma sicuro. Il sarentino più sarentino che io conosca si chiama Eduard Peter. Sir Eduard Peter, per gli amici Edi, ti mette allegria solo a guardarlo. E starlo a sentire è contagioso. E’ capace di arrivare, salutarti e dirti: ‘Sai cosa dice la sarentina al marito: ho comprato una Fiat Panda 4x4. Al che l'uomo risponde: questo non è possibile! Il nostro box misura soltanto 3x3!’
Edi è dall’estate del 2007 che lavora in Casa. Ha iniziato a L’Murin, ma da quando ha visitato la cantina Mahatma non si è più ripreso. O meglio, ha trovato la sua vocazione: il vino. Cosa che ai sarentini, a quanto pare, non dispiace affatto. Il vino, intendo.
‘Dice il medico al sarentino: se lei continuerà a bere così non arriverà alla vecchiaia. E il sarentino risponde: questo è quello che dico sempre anch'io: il vino mantiene giovani!’
Edi, dopo la visione fatta a grappoli avuta nella cantina, ha iniziato a interessarsi di vino in modo serio e professionale. Con devozione, oserei dire. Ha frequentato un corso per sommelier, ha iniziato a indagare sui legami fra tradizione, terra, antenati e saggezza, ha maturato l’idea che il vino abbia a che fare con il tempo e la pazienza, la conoscenza e l’esperienza, addirittura con l’armonia tra uomo e natura.
Edi è il tipo di filosofo che di giorno lavora come tecnico di elettrodomestici e impianti di lavaggio e di sera fa il sommelier al Perla.
Lui dice che i ragazzi verso sera vanno in palestra, lui invece se ne va al Perla. E non vede l’ora di farlo. Penso che di giovani così ce ne siano pochi in giro: sereni e determinati. Che prendono la vita di petto e con serenità, e con quella dose d’ironia che aiuta a smussare gli spigoli delle asperità quotidiane, a ridimensionare tutto senza cadere nella superficialità, a rendere il lavoro più leggero e vivibile.
M’immagino Edi che mentre sistema gli elettrodomestici parla di vino con chi gli è accanto. Chissà quante storie su Pinot nero e Lagrein, su Sylvaner e Gewürztraminer. Per me li lascia tutti a bocca aperta. E poi mette giù la chiave inglese per prendere il cavatappi. Ed entra davvero nel suo mondo, che è fatto di un vino che più genuino non si può. Del resto è un sarentino, no?

Paolo Baraldi
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
Lisa Lunedì, 29 Febbraio 2016
La Stüa de Michil
 
Ristorante Gourmet 1*Michelin
Leggi tutto
Cibo     Ladino     Vino
 
 
 
Paolo Martedì, 22 Dicembre 2015
Che piacere il vino a bicchiere
 
Viaggiare con il vino seguendo itinerari classici e a volte inesplorati
Leggi tutto
Attività     Vino
 
 
HB
 
Haig Barclay Martedì, 3 Marzo 2015
Il giovedì pazzo del Perla
 
Un modo diverso di iniziare la serata.
Leggi tutto
Drink     Famiglia Costa     Inverno
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 Iscriviti 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia      T. +39 0471 83 10 00      
Privacy     Credits     Cookies     Click to pay     Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing