Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Book now Request
it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Bello & Buono (35)    Casa & La Perla (79)  
Tags:    Attività     Vino
 
Paolo Martedì, 22 Dicembre 2015

Che piacere il vino a bicchiere

Il vino è viaggio. Il vino scorre. Il vino è un tragitto liquido che ha a che fare con la storia, la memoria e la scoperta.
Che piacere il vino a bicchiere
 
 
 
"Nella Stüa de Michil e nelle Stües quando scegliamo un vino da mettere al bicchiere o da abbinare ad un piatto proviamo a spingerci sempre un po’ più in la, cercando di far scoprire un mondo meno conosciuto ai nostri ospiti più curiosi"
Il vino è un moto spazio-temporale che dalla vigna approda alla bottiglia e quando si versa nel bicchiere si fa inarrestabile. Un pasto o una cena possono trovare una stretta comunanza con una bottiglia; nello stesso tempo un pasto o una cena si possono arricchire di molteplici sensazioni se a ogni piatto si associa un certo tipo di vino. Ed ecco che bere al bicchiere, seguendo le indicazioni di chi il vino lo studia con passione quotidianamente, può essere una valida alternativa al bere a bottiglia. Anche perché chi studia il vino, studia anche i menu proposti dallo chef, e si diverte un mondo a trovare i giusti abbinamenti, proponendo soluzioni alternative ai grandi classici, istigando nell’ospite il piacere alla scoperta di orizzonti nuovi e sconosciuti. Piacere che spesso trova spontanea condivisione, analisi, commento, valutazione. Quindi il bere al bicchiere diventa occasione di scambio, di reciproca conoscenza e, perché no, di divertimento. La Stüa de Michil propone due menu degustazione: il menu delle Dolomiti e quello dei sapori italiani. Il primo è legato al territorio, quindi i vini al bicchiere proposti seguono lo stesso criterio. In poche parole, non ci si muove dall’Alto Adige. Anzi, ci si muove eccome: dalla Valle Isarco alla Valdadige, da Termeno a Laion, dalla Venosta alla bassa atesina fortunatamente i vini della regione raggiungono vette alte di qualità. E se quattro sono le portate, quattro sono i bicchieri: Gewürztraminer, Blauburgunder, Lagrein autoctono e per finire Moscato rosa. Si tratta di un’autentica escursione all’insegna del bere, e mangiare, bene in Alto Adige. Nel menu dedicato ai sapori italiani l’estro dello chef Nicola, metà ladino e metà pugliese, inizia a fare le bollicine ed è un piacere stargli a ruota. Anche in questo caso le quattro portate sono accompagnate da altrettanti bicchieri che spaziano da un lambrusco modenese metodo classico a un Pigato ligure, da una birra affinata in botti in cui ha trovato dimora il rhum a distillati selezionati con cura certosina: brandy, cognac e chartreuse tanto per non fare nomi. Come dire: brindiamo alla creatività con gusto, maestria, gioia e spensieratezza.
Nelle Stues il discorso cambia: nel senso che gli ospiti di casa possono gradire anche un solo bicchiere di grandi classici come Sassicaia, Tignanello, Barolo, Amarone, Pinot Nero di Borgogna, Bordeaux, Champagne per finire con il re dei vini dolci, lo Château d'Yquem. Oppure gli ospiti possono andare alla scoperta di autentiche chicche, come Sylvaner o Merlot, meno note ma non per questo meno interessanti. Abbiamo stilato una carta veloce e più snella rispetto alla nostra classica ‘Bibbia’, con una ventina di referenze proposte a bicchiere che cambiamo di tanto in tanto con inserimenti di piccoli produttori e vini diversi con carattere alternativo, suggestivo e decisamente interessante. Per concludere, da noi è possibile viaggiare con il vino pasteggiando a bicchiere alla scoperta di orizzonti, o meglio, di vitigni infiniti. Alla salute. Vive.

Paolo Baraldi

 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
mErCh Venerdì, 21 Settembre 2012
Cantina
 
Figlia di Anny ed Ernesto e cresciuta negli anni, da Michil
Leggi tutto
 
3 commenti su questo articolo
 
 
 
Mathias Mercoledì, 16 Settembre 2015
L'Murin e la farina dei ricordi
 
Da casetta ad après ski e osteria, L’Murin è una macina di emozioni.
Leggi tutto
 
 
MP
 
Marco Pellegrini Venerdì, 3 Luglio 2015
Una bella brigata
 
Giovane, disinvolta e preparata: una nuova generazione avanza.
Leggi tutto
Attività     Cibo     Pensieri     Personalità
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 Iscriviti 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia      T. +39 0471 83 10 00      
Privacy     Credits     Cookies     Click to pay     Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing