Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Book now Request
it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Casa & La Perla (79)    Spirito & Humour (18)  
Tags:    Drink     Famiglia Costa     Inverno
 
HB
Haig Barclay Martedì, 3 Marzo 2015

Il giovedì pazzo del Perla

Ma cosa sta succedendo? Ho sentito spesso parlare di questi aperitivi tipici dei resort alpini, ma mi sono sempre chiesto dove, come e soprattutto “con chi” avvenissero.
Il giovedì pazzo del Perla
 
 
 
“È strano pensare che in un hotel così possano avere luogo delle conversazioni terra a terra tra un gruppo di ospiti presumibilmente sofisticati.”
Eppure siamo qui riuniti nel foyer del La Perla, non troppo lontano dalla porta d’ingresso, al riparo dalla fredda bufera di neve che fuori impazza. L’atmosfera è molto cordiale, ed è stato servito del vino bianco, quand’ecco che, come discesa dal cielo, una truppa rumorosa scende le scale e non posso descriverli che come una banda (non sono sicuro se di furfanti o di musicisti). L’uomo alla testa del gruppo avrà più di 75 anni, se non più di 80, e brandisce quello che può solo essere descritto come uno strano aggeggio – una specie di lungo bastone con campanacci e clacson da moto – ma stiamo scherzando? Questo non dovrebbe essere forse uno dei migliori hotel al mondo? Gli altri personaggi della “processione sulle scale” non sono da meno: scendono sfoggiando una specie di chitarra e una o due fisarmoniche. Mi chiedo cos’altro avrà in serbo la serata... la situazione mi sembra davvero alquanto imbarazzante.
Ma dopo il mio sgomento iniziale, l’intera scena si trasforma, e l’intero staff di cucina del Perla (saranno almeno venti dipendenti) si allinea formando una sorta di corridoio per dare il benvenuto a queste “celebrità” appena scese. Tutti applaudono in puro stile bavarese – che solo più tardi scoprirò essere puro stile del Südtirol! Non so come ma in un attimo si crea un entusiasmo immediato che coinvolge tutti i presenti: ospiti appena rientrati da una giornata sulle piste, o da rilassanti momenti trascorsi nel centro benessere, tutti si animano e l’aria di festa sembra prevalere, incoraggiata dalla musica vibrante. L’uomo che era in testa alla parata sembra quasi impazzito e sta segnando il ritmo, o forse cerca di seguirlo? Oh Signore! Qualcuno mi spiega che è il fondatore del La Perla, l’idraulico itinerante che ha costruito questo hotel di fama nazionale e superato traumi come l’incendio che lo distrusse nel 1975. È lui il padre della nuova generazione che si occupa ora della gestione de La Perla, lui ha dato all’hotel il suo look incredibilmente sofisticato e distinto – un hotel che è come una casa ed è diventato un paradiso di piacere per tutti i suoi ospiti. Ma c’è di più: la donna al suo fianco, che supervisiona il tutto e si muove abilmente tra gli ospiti, è la Signora Costa. È lei a occuparsi di tutto, ad assicurarsi che nessuno abbia il bicchiere vuoto, che tutti riescano a vedere bene e si sentano a proprio agio in ogni momento. Sembra essere la classe fatta persona – e non esagero, questa è proprio la sua personalità. Suo marito continua imperterrito a cantare e suonare, e il buon umore degli ospiti continua ad aumentare.  È incredibile pensare che in un hotel di questa importanza possano avere luogo delle conversazioni terra a terra tra un gruppo di ospiti presumibilmente sofisticati. Oh no, si sparge la voce che è venuto il momento di spostarci in cucina – in cucina!? Ma sono le 20:00 e gli ospiti sono affamati… niente stimola l’appetito più di una giornata in montagna! Quindi marciamo tutti verso la cucina (oggi saremo stati più di 60) guidati appunto dalla nostra nuova banda. E quale gioia: la famiglia Costa assieme ai collaboratori provvedono immediatamente a distribuire bicchieri di vino a tutti. Ci troviamo davanti una serie di prelibatezze, e lo staff di cucina si è vestito per l’occasione con abiti lunghi e fluenti, con cappelli piatti e una serie di nastri legati insieme per creare eleganti papillon. È proprio un’occasione speciale, come lo è questa festa. Gli ospiti hanno ormai perso ogni inibizione e si prendono sottobraccio, brindando alla banda che suona “ein prosit ein prosit”.
È incredibile pensare che tra 20 minuti la cucina tornerà alla normalità servendo specialità ladine a un nutrito gruppo di ospiti affamati. Il motto della famiglia sembra essere “non badiamo a spese”, e i Costa trasmettono un entusiasmo genuino, nato dal sogno di garantire nel proprio hotel un’esperienza variegata – certo, una di lusso contemporaneo, ma anche una in cui l’ospite è invitato a condividere questo hotel e a considerarlo la propria casa durante il soggiorno. Ernesto Costa è certamente un personaggio coinvolgente e determinato, e questo evento musicale è solo una delle sue passioni. Il suo senso del divertimento è contagioso, così come il suo spirito combattivo…. e al suo fianco ha una donna fantastica.

Haigh
Barclay
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
 
Mathias Mercoledì, 16 Settembre 2015
L'Murin e la farina dei ricordi
 
Da casetta ad après ski e osteria, L’Murin è una macina di emozioni.
Leggi tutto
 
 
 
Elide Mercoledì, 13 Aprile 2016
Il valore dei valori
 
I valori indicano la strada, ma stare in carreggiata non è così facile
Leggi tutto
Bellezza     Etica     Famiglia Costa     Pensieri     Silenzio
 
 
FR
 
Francesco Ricci Mercoledì, 4 Febbraio 2015
Famiglia Costa
 
Il bun dé si vede dal sorriso
Leggi tutto
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 Iscriviti 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia      T. +39 0471 83 10 00      
Privacy     Credits     Cookies     Click to pay     Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing