Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Book now Request
it  .  de  .  en
 
 
 
 
Argomenti:     Casa & La Perla (81)  
Tags:    Ciclismo     Corvara
 
michil Venerdì, 1 Aprile 2016

Bici, crocchi e ciclamini

Nel 1987 erano in 144, ora sono oltre 35.000. A maggio arriva a Corvara la tappa regina del Giro d’Italia, per festeggiare il 30esimo compleanno della Maratona dles Dolomites. E anche Ciasa La Perla si alza sui pedali per l’occasione speciale.
Bici, crocchi e ciclamini
 
 
 
“Il coraggio di alzarsi sui pedali ce l’avranno?”, silenzio: ha parlato il meno giovane, chino sull’asso di cuori, la carta che sta per giocare. Ed ecco la svolta di una partita che sembrava ormai persa"
Una valle in mezzo ai monti: qualche turista nella bella stagione. Un bel viavai d’inverno. Ma fuori stagione? C’è movimento sì: di volpi che si danno la buonanotte sui piazzali degli alberghi. Di foresti nemmeno l’ombra. È il 1987: giugno. La natura si sveglia, primule e ciclamini spuntano nei prati già verdi. I quattro amici sono seduti all’osteria del paese, tra uno spritz e un gioco a carte. Parole in libertà.
“Certo che qualche turista in più in giugno… o in settembre, e perché non in maggio, è bello, spuntano i crocchi.” “Guarda che non interessano a nessuno i tuoi crocchi, e i larici si risvegliano, e allora?” “Le giornate sono lunghe, i colori sono belli.” “Sì certo, i colori di uno spritz rosso son belli.”
“E perché non invitiamo qualcuno?” “A fare che? A giocare a carte? A bere con noi?” “Ascoltate: Val Badia, terra di funghi, promuoviamo la zona come l’eldorado dei porcini.”
“Sì, per la gioia dei forestali.” “E allora invitiamoli ad arrampicare!”, “Ma se ai cittadini vengono le vertigini se devono cambiare una lampadina salendo su una scala… ma dai.”
“Il coraggio di alzarsi sui pedali ce l’avranno?”, silenzio: ha parlato il meno giovane, chino sull’asso di cuori, la carta che sta per giocare. Ed ecco la svolta di una partita che sembrava ormai persa. Gli altri tre lo guardano basiti: “come alzarsi?” dicono all’unisono. “Organizziamo una gara. Una gara di bici: bi-ci-clet-te, quelle coi pedali, avete presente? Organizziamo una lunga gara con le biciclette. Ci mettiamo dentro sei o sette passi, i più duri: Fedaia, Duran, Staulanza, Valparola…”. “Ma va là, si schianteranno!” Il più giovane del gruppo se ne esce con un “salute” alzando il bicchiere. “Che se ne va”, ridacchia quello che di spritz ne ha già bevuti più del dovuto.
“E come si fa a organizzare una gara in bici?”, “Facile, che ci vuole?”, risponde l’ideatore di quella folle idea svelando l’asso e buttandolo giù deciso. “Intanto questa partita è mia e quest’altra vi dico io come la giochiamo… Disegniamo il percorso, le salite, le discese, i dislivelli. Poi la gente deve mangiare: quindi organizziamo dei punti ristoro. Facciamo cinquanta fotocopie che spediremo via posta. Ognuno telefona a cinque amici. Con i soldi della partecipazione compriamo cronometri, un megafono, speck e formaggi, una coppa al primo e una maglia per tutti, gratis! Sì, gratis, compreso nel costo di partecipazione.” “Ma chi vuoi che paghi per fare tutta quella fatica? E poi se si fanno male?”, “Ecco, appunto: un’ambulanza qui e una qua. E i vigili del fuoco a fare la grigliata per tutti. E la banda musicale ad accogliere i ciclisti.”
Detto fatto. Nasce la Maratona dles Dolomites. Sono 144 i partecipanti. Il vincitore impiega oltre dieci ore. L’ultimo arriva a notte inoltrata. Come premio: una pacca sulla spalla, l’invito a una birra, la maglia promessa, una stretta di mano, arrivederci all’anno prossimo! Sul serio. L’anno seguente i ciclisti sono più del doppio. L’ultimo giunge quasi assiderato. Negli anni a seguire si presentano in mille. E poi la neve, lo stop alla gara e gli incidenti. I ciclisti sono in tremila. Arriva anche la televisione. Il numero dei partecipanti sale a seimila. C’è pure qualcuno di famoso. Altri mille in più. E sponsor e americani e australiani. Le strade chiuse al traffico. La storia recente.
Quest’anno le richieste alla Maratona sono state oltre 35.000. E proprio quest’anno, nel mese di maggio, - quando i caprioli si avvicinano al paese, con Mathias impegnato a ristrutturare la casa e ad andare in bici con Merch, Manuel a fare i colloqui con i camerieri con il brutto tempo, perché quando c’è il sole ha altro da fare, e anch’io che di solito me ne vado sul Sassongher, e quando Nicola lo chef è al mare, e Stefan che fa la spola tra Parigi e Londra a ispirarsi, così dice almeno, e mamma e papà che giocano a golf - quest’anno, in occasione della trentesima edizione della Maratona dles Dolomites, ci siamo fatti un regalo: la tappa regina del Giro d’Italia, con lo stesso percorso della Maratona, arriva a Corvara. E per la prima volta Casa La Perla apre i battenti il 20 maggio per qualche giorno. E anche il Ladinia apre, per non chiudere più fino in novembre.
Ci tingeremo di rosa. Il movimento sarà tanto. Mi spiace solo per le volpi che non si daranno la buonanotte sul nostro piazzale. Ci sarà trambusto. E il fuori stagione già bella stagione, si tingerà di ciclamini, primule, crocchi e ciclisti. E quel sogno di quei quattro amici, avveratosi da tempo, continua imperterrito in direzione bicicletta. E allora tiferemo tutti insieme a chi sarà in fuga quel giorno, e insieme brinderemo a questo grande circo dolomitico. Tutto da vivere in bicicletta.

michil costa
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
 
 
torna su
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi il tuo pensiero con noi
 
comments powered by Disqus
 
torna su
 
 
 
 
Storie da leggere...
 
MC
 
Maria Canins Giovedì, 11 Settembre 2014
Lo sport, la fatica e le salite … le mie passioni.
 
Lo sport, un'esperienza di vita.


Leggi tutto
 
 
 
michil Lunedì, 1 Dicembre 2014
Nostalgia canaglia
 
In questi ultimi giorni di tranquillità cerco di assimilare tutto il silenzio ...
Leggi tutto
Col Alto     Inverno     Turismo
 
 
 
Mathias Mercoledì, 2 Marzo 2016
Sabato 21 maggio: il Giro d'Italia torna a Corvara
 
Il tappone dolomitico sulle strade della Maratona dles Dolomites
Leggi tutto
Ciclismo     Corvara
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 Iscriviti 
Str. Col Alt 105 - 39033 Corvara (BZ) Alta Badia - Italia      T. +39 0471 83 10 00      
Privacy     Credits     Cookies     Click to pay     Part. IVA 01231580216     Zeppelin Group – Internet Marketing